Categorie


   

La migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv


 

 


1-Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo
Quanti di voi sentono la necessità di comprare una cuffia per ascoltare il televisore anche a tarda ora senza disturbare gli altri, specialmente i vicini?
Se poi soffrite di una forma di ipoacusia alle alte frequenze, grave o leggera che sia, percui l'audio a basso volume che sentite provenire dall'altoparlante della TV è per la maggior parte incomprensibile, la necessità di ascoltare i suoni in cuffia diventa ancora più impellente.
Subito bocciate le cuffie dotate di un lungo filo (ce ne sono anche con un filo di lunghezza fino a ben 10 metri!) perché vogliamo sentirci liberi e quindi non vincolati da un filo attaccato alle orecchie e che per giunta creerebbe non pochi impedimenti per il passaggio dei nostri familiari.

Quindi la soluzione rimane quella di acquistare delle cuffie senza fili commerciali.
Ma anche questa soluzione ha molti punti sfavorevoli:

  • generalmente queste cuffie sono dotate di tecnologia bluetooth o comunque, anche se a modulazione di frequenza, funzionano sempre e comunque emettendo onde radio che come sappiamo tutti sono molto dannose per il nostro organismo, considerando tra l'altro che dovremmo indossare queste cuffie anche per ore al giorno
  • in genere queste cuffie sono dotate di batteria al litio non sostituibile che, per assicurare la leggerezza alle cuffie, è sempre di piccole dimensioni con conseguente breve durata in termini di tenuta della carica e spesso breve vita
  • la trasmissione tramite bluetooth e, ancora peggio, a modulazione di frequenza, è soggetta a disturbi specialmente quando ci si muove e quando la sensibilità è troppo bassa per contenerne il costo
  • nel caso di cuffie con tecnologia bluetooth è indispensabile che il televisore possieda il sistema di trasmissione bluetooth che di certo non è prerogativa di tutti i televisori, ma anche se presente, purtroppo in certi marchi (ad esempio Sony) non sarà possibile utilizzare cuffie riceventi di terze parti, bensì acquistare delle costosissime cuffie dedicate

Bene, abbiamo visto quali sono gli aspetti negativi di un paio di cuffiette senza fili con trasmissione standard ad onde radio.
Quindi quale sarebbe l'alternativa?

Credo che a questo punto sia necessario raccontarvi la mia personale avventura che alla fine mi ha portato a costruirmi le cuffie oggetto di questo articolo.
 

Tempo fa acquistai delle cuffie senza fili per poter ascoltare la TV senza disturbare gli altri.
Per i motivi già sopra elencati scartai subito un sistema che impiegasse le onde radio e così trovai delle cuffie che funzionavano ad infrarossi.
Gli infrarossi offrono un sistema di trasmissione stabilissimo, totalmente immune a qualsiasi tipo di disturbo e, cosa più importante, non sono dannosi per il nostro organismo.
La cuffia scelta era la Philips SHC1300 che impiegava un piccolo trasmettitore ad infrarossi dotato del suo piccolo alimentatore, trasmettitore che si collegava tramite un cavetto in dotazione direttamente all'uscita cuffie del televisore. Nel mio caso, per mantenere separati l'audio dell'altoparlante della TV e l'audio all'uscita cuffia (generalmente quando in una TV si collega un jack all'uscita cuffia vengono automaticamente disabilitati gli altoparlanti principali), collegai il trasmettitore ad un'uscita del mio amplificatore che, insieme a dei diffusori esterni, rappresenta il sistema perennemente collegato al mio televisore.
Questa cuffia è ancora in commercio, per chi non volesse perdere tempo a cercarla il giro questo è il link per trovarla facilmente su Amazon.


 


Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo - Philips SHC1300
La cuffia Philips SHC-1300

Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo - Il trasmettitore ad infrarossi della cuffia Philips SHC1300
Il trasmettitore ad infrarossi della cuffia Philips SHC-1300

 

 

Vediamo adesso i pro e i contro di questa cuffia.

PRO

  • funziona grazie ad un sistema ad infrarossi, per niente dannosi al nostro organismo, in più offrono stabilità al segnale ed immunità ai disturbi
  • ampio raggio di portata sia come distanza sia come angolo di copertura
  • funzionano con due comuni batterie AAA, per intenderci le ministilo, quindi potremo benissimo impiegare delle batterie ricaricabili
  • possiedono la regolazione del volume

CONTRO

  • qualità audio molto scadente
  • volume non abbastanza forte, con alcuni film o trasmissioni più basse come volume potrebbe nascere qualche difficoltà nell'ascolto
  • peso ed ingombro eccessivi, è sufficiente indossarle mezz'ora per sentirne la pesantezza ed il conseguente affaticamento d'ascolto. Per darvi un'idea dell'ingombro non potete permettervi di sdraiarvi o semi-sdraiarvi sul divano o poltrona, specie lateralmente, poiché ci sarà sempre una parte che vi premerà eccessivamente contro
  • consumo delle batterie non proprio basso, dopo circa 10 ore d'ascolto bisognerà sostituire le batterie

Come potrete notare gli svantaggi, seppure in numero uguale ai vantaggi, pesano molto di più al punto di abbandonare l'idea di continuare ad utilizzarla, in special modo per la qualità audio davvero molto scadente.
E fu quando l'idea di restituirla era quasi diventata una certezza che mi balenò in mente un'idea per cercare disperatamente di tenere ciò che di buono c'era in questa cuffia.
Ma innanzitutto bisognava capire se la cattiva qualità audio fosse dovuta all'elettronica (quindi all'amplificatore della cuffia), alle capsule o ad entrambi i componenti.
Quindi la smontai, perdendo così naturalmente la possibilità di poter fare il reso, ed in modo molto volante ed empirico, escludendo i due trasduttori e saldandone i fili ad un jack femmina da pannello stereo da 3,5 mm, provai a collegare una modesta cuffietta in-ear dal prezzo irrisorio già in mio possesso, la Sony MDR-EX15LP (far facilitarvi qui il link per acquistarla su Amazon).

Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo - Sony MDR-EX15LP
Le cuffie intra-auricolari Sony MDR-EX15LP

Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo - Jack da pannello da 3,5 mm
​Jack da pannello femmina stereo da 3,5 mm (link Amazon)

Meraviglia! Il suono era migliorato notevolmente, adesso era tutto comprensibile, le voci, gli strumenti, i bassi molto più naturali e presenti ed il volume era molto più forte.
Per carità, non voglio parlare di hi-fi ad alti livelli ma davvero nulla a che vedere con la cuffia di prima, prova evidente di come i trasduttori originali montati fossero di qualità più che infima.
Adesso bisognava fare qualche modifica per rendere la creatura più funzionale.  


 

 

La trasformazione

Nulla di particolarmente difficile ma questa modifica è raccomandata a chi ha un minimo di dimestichezza con saldatore e stagno.
La trasformazione è talmente semplice che non ho creduto opportuno fotografare le varie fasi del lavoro, anche perché personalmente ho badato più alla funzionalità che all'estetica, alla fine impiegando non più di un'ora di tempo.
Queste le varie fasi:

  1. togliere le capsule (tirarle con forza dalle loro sedi in quanto sono ad incastro)
  2. dissaldare i fili che vanno alle capsule
  3. scollare delicatamente i fili che vanno verso il padiglione dove è presente il controllo di volume
  4. con l'aiuto di un seghetto tagliare gli archetti lasciando solo i monconi nei padiglioni (le foto aiuteranno in tal senso)
  5. praticare un foro nel padiglione dove è presente il led e l'interruttore di accensione per accogliere il jack femmina da pannello
  6. inserire il jack femmina ed avvitarlo saldamente posizionando i reofori in modo da potervi saldare dopo i fili di collegamento
  7. raccogliere a spirale i fili che erano stati scollati ed inserirli dentro il padiglione dove adesso è presente il jack da pannello
  8. saldare i collegamenti al jack
  9. assicurarsi che il tutto funzioni
  10. chiudere il tutto (personalmente ho chiuso con un giro di nastro isolante nero non badando molto all'estetica ma assicurando una facile eventuale apertura in futuro)

La creatura funziona ormai da alcuni mesi ed i suoi vantaggi sono irrinunciabili. Avendo utilizzato degli auricolari in-ear adesso la cuffia possiede un isolamento totale che prima non aveva, in aggiunta alla comodità di potersi girare e rigirare nel divano senza che qualcosa ti prema contro la testa o contro le orecchie.
Ho notato anche un enorme incremento nella durata delle batterie, credo di avere visto più di dieci film senza mai ricaricarle (ho utilizzato batterie ricaricabili), evidentemente l'impedenza dei trasduttori originali era molto più bassa di quella di 16 ohm degli auricolari Sony.

Buon ascolto.
 

Considerazioni finali

Perché la migliore cuffia senza fili al mondo?
In effetti, analizzando tutti i suoi punti a favore, ci accorgiamo che non esiste alcuna cuffia che possiede tutti insieme i seguenti vantaggi:

  • totale assenza di onde radio, nocive al nostro corpo
  • trasmissione esente da interferenze, disturbi e abbassamenti del segnale
  • nessuna batteria al litio, sappiamo tutti che dopo qualche tempo le batterie al litio riducono la loro efficienza ed infine ci dicono addio
  • facile sostituzione delle batterie
  • vantaggio della possibilità di utilizzare batterie ricaricabili
  • consumo bassissimo e quindi lunghissima durata delle batterie
  • controllo di volume sulla base e quindi facilmente accessibile
  • trasmettitore ad infrarossi che si spegne automaticamente qualche minuto dopo l'assenza del segale e si accende altrettanto automaticamente alla presenza di un segnale audio
  • il vantaggio principale è comunque dovuto al fatto che potremo impiegare qualsiasi auricolare o cuffia magari già in nostro possesso


 

Le foto
 
2-Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo


3-Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo
Particolare del jack da pannello da 3,5 mm


4-Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo
Comodo sportello per l'inserimento o sostituzione delle batterie


5-Come costruire la migliore cuffia senza fili per ascoltare la tv al mondo

 

 

 
Formule e calcolo online resistenze e condensatori in serie e in parallelo Come fare un cremoso gelato al cioccolato senza uova Primanota in nero da tenere nella chiavetta gratis Come costruie la migliore cuffia wireless per ascoltare la TV Esperimento di elettronica per bambini Un vero impianto audiofilo con Volumio, Raspberry e QAcoustics

 
Fatti e personaggi descritti nella sezione "L'allegro laboratorio del Professor Dimmelo" sono immaginari. Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale.
 
Avvertenze
Molti degli esperimenti o delle idee esposte in questa sezione fanno uso di corrente elettrica o di materiali pericolosi. Pertanto dovranno essere effettuati esclusivamente da persone maggiorenni ed esperte. Per qualsiasi dubbio consultare o delegare personale esperto e qualificato. L'autore declina qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose e per non aver letto queste avvertenze.
 
Termini e condizioni sull'utilizzo del sito www.comefareper.cloud
Il materiale pubblicato e/o riprodotto in questa sezione (tra cui in via esemplificativa ma non esaustiva: informazioni, loghi, elementi grafici, suoni, immagini, marchi etc., per brevità le “Informazioni”) è di esclusiva proprietà (o concesso da terzi in uso a) dell'autore. I contenuti del Sito sono disponibili ai visitatori per un uso esclusivamente personale e non per qualsiasi altro fine.
 
Diritti di proprietà intellettuale
L'autore tutela attivamente i propri diritti di proprietà intellettuale. I contenuti pubblicati in questa sezione (testi, disegni, fotografie, ecc.) sono protetti dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. La riproduzione anche parziale delle Informazioni è consentita esclusivamente dietro preventiva autorizzazione scritta da parte dell'autore. E' pertanto vietato modificare, copiare, riprodurre, distribuire, trasmettere o diffondere il contenuto di questa sezione senza aver preventivamente ottenuto un espresso consenso in forma scritta da parte dell'autore.
L'autore non utilizza materiale coperto da altrui diritto d’autore senza indicarne chiaramente il titolare e/o la provenienza. La riproduzione di tale materiale, eventualmente contenuto in questa sezione, potrebbe essere limitata da parte dell’autore ed i visitatori potrebbero dover richiedere un preventivo consenso al titolare del diritto al fine di riprodurlo in altre pubblicazioni in formato cartaceo e/o elettronico.
 
Fotografie pubblicate
Tutte le fotografie pubblicate su questo sito sono opera dell'autore, pertanto esse sono protette dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. Di conseguenza è tassativamente vietata qualsiasi forma di utilizzo delle stesse.