Categorie


   

Come controllare transistor con tester


 

 

 


Ti potrebbe anche interessare:



Volete provare a riparare il vostro amplificatore? Magari siete completamente a digiuno di elettronica ma avete il dubbio che uno dei transistor finali del vostro amplificatore sia bruciato. Come fare dunque a controllarlo se non sapete da quale parte cominciare?
I tutorial presenti in rete quasi sempre vi mettono in imbarazzo con tanta teoria sui transistor NPN o PNP, giunzioni, guadagno e coefficienti vari, ma a voi tutto ciò non interessa, voi volete semplicemente sapere come fare a controllare nel modo più facile e veloce possibile se il transistor sia bruciato oppure no.

 

Prendete quindi il vostro tester e commutatelo nella modalità misura di resistenze (ohm).
Dissaldate quindi il transistor da misurare dal circuito stampato. E' indispensabile effettuare le misurazioni con il transistor scollegato poiché eventuali componenti ad esso collegati (resistenze, diodi e bobine, per esempio) falserebbero la lettura del tester, rendendo il controllo impossibile da effettuare.
Adesso dovrete individuare i tre terminali del transistor, ovvero la base, il collettore e l'emettitore. Per fare ciò cercate su Google e digitate come ricerca "datasheet transistor XXX" oppure "pin transistor XXX", dove naturalmente al posto di XXX indicherete la sigla del vostro transistor. E' possibile, non conoscendo la piedinatura, individuare i terminali B, C ed E sempre tramite il tester, ma la laboriosa procedura da effettuare non rientrerebbe nei canoni di velocità ed immediatezza prefissati da questo tutorial.

Una volta individuati i terminali del nostro transistor, senza preoccuparci se abbiamo tra le mani un transistor NPN o PNP, colleghiamo i puntali del tester a due terminali alla volta come sotto indicato ed osserviamo l'indicazione fornita dalla lancetta dello strumento (non segna = la lancetta non si muove oppure si muove appena, segna = la lancetta si sposta tutta o quasi a destra).

Nel caso di un tester digitale, ovvero senza lancetta e quindi a display, l'indicazione non segna è data quasi sempre dalla scritta "OL" o comunque da un valore molto elevato, mentre l'indicazione segna è data da un valore pari o prossimo a zero.

 


Fase 1:

Tra base e emettitore: segna
invertendo i puntali: non segna

In questo caso la giunzione tra B ed E è funzionante


Fase 2:

Tra base e collettore: segna
invertendo i puntali: non segna

In questo caso la giunzione tra B ed C è funzionante


Fase 3:

Tra collettore ed emettitore: non segna
invertendo i puntali: non segna

In questo caso la giunzione tra C ed E è funzionante



 

 

Una volta rispettate tutte le condizioni delle tre fasi sopra indicate il transistor è perfettamente funzionante.
Nel caso in cui anche una sola delle condizioni non è rispettata il transistor è bruciato o difettoso.
Questa procedura è valida solo ed esclusivamente con i transistor, siano essi di bassa, media o alta potenza, siano NPN o PNP, o al silicio oppure al germanio, non è valida con altri tipi di semiconduttori quali ad esempio TRIAC, SCR, FET, UJT che spesso fisicamente hanno l'aspetto di un transistor.


Come controllare con il tester se un transistor è bruciato
In questo esempio la giunzione tra base ed emettitore di un transistor NPN è perfettamente funzionante.
 

 

 
Formule e calcolo online resistenze e condensatori in serie e in parallelo Come fare un cremoso gelato al cioccolato senza uova Primanota in nero da tenere nella chiavetta gratis Come costruie la migliore cuffia wireless per ascoltare la TV Esperimento di elettronica per bambini Un vero impianto audiofilo con Volumio, Raspberry e QAcoustics

 
Fatti e personaggi descritti nella sezione "L'allegro laboratorio del Professor Dimmelo" sono immaginari. Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale.
 
Avvertenze
Molti degli esperimenti o delle idee esposte in questa sezione fanno uso di corrente elettrica o di materiali pericolosi. Pertanto dovranno essere effettuati esclusivamente da persone maggiorenni ed esperte. Per qualsiasi dubbio consultare o delegare personale esperto e qualificato. L'autore declina qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose e per non aver letto queste avvertenze.
 
Termini e condizioni sull'utilizzo del sito www.comefareper.cloud
Il materiale pubblicato e/o riprodotto in questa sezione (tra cui in via esemplificativa ma non esaustiva: informazioni, loghi, elementi grafici, suoni, immagini, marchi etc., per brevità le “Informazioni”) è di esclusiva proprietà (o concesso da terzi in uso a) dell'autore. I contenuti del Sito sono disponibili ai visitatori per un uso esclusivamente personale e non per qualsiasi altro fine.
 
Diritti di proprietà intellettuale
L'autore tutela attivamente i propri diritti di proprietà intellettuale. I contenuti pubblicati in questa sezione (testi, disegni, fotografie, ecc.) sono protetti dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. La riproduzione anche parziale delle Informazioni è consentita esclusivamente dietro preventiva autorizzazione scritta da parte dell'autore. E' pertanto vietato modificare, copiare, riprodurre, distribuire, trasmettere o diffondere il contenuto di questa sezione senza aver preventivamente ottenuto un espresso consenso in forma scritta da parte dell'autore.
L'autore non utilizza materiale coperto da altrui diritto d’autore senza indicarne chiaramente il titolare e/o la provenienza. La riproduzione di tale materiale, eventualmente contenuto in questa sezione, potrebbe essere limitata da parte dell’autore ed i visitatori potrebbero dover richiedere un preventivo consenso al titolare del diritto al fine di riprodurlo in altre pubblicazioni in formato cartaceo e/o elettronico.
 
Fotografie pubblicate
Tutte le fotografie pubblicate su questo sito sono opera dell'autore, pertanto esse sono protette dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. Di conseguenza è tassativamente vietata qualsiasi forma di utilizzo delle stesse.