Categorie

Come controllare un condensatore con il tester

 

Come controllare un condensatore con il tester senza capacimetro


E' possibile verificare l'integrità di un condensatore senza possedere un capacimetro?
​La risposta è sì, è possibile controllare un condensatore con un semplice tester.
Questa guida, così come la nostra guida Come controllare un transistor con il tester, si rivolge a chi è totalmente digiuno di elettronica ma, armato di molta buona volontà, vuole provare a riparare da sé i suoi apparecchi elettronici come, ad esempio, un amplificatore o un alimentatore.

Come costruire un vero impianto audiofilo con meno di 200 euro

Va detto che per verificare il funzionamento di un condensatore, prima di procedere al controllo con il tester, sarà necessario procedere ad un'ispezione visiva del componente. Quindi se si tratta di un condensatore elettrolitico osserviamo che esso non presenti rigonfiamenti, specie sulla parte superiore, o perdite di liquido elettrolita. In questo caso il componente è da sostituire.

Un condensatore è un componente elettronico che si carica quando applichiamo ai suoi capi una tensione e che, una volta scollegato, mantiene una certa carica per un tempo che dipende dalla sua capacità. Dunque più grande è il valore del condensatore e più a lungo questi manterrà questa carica elettrica.

 

 

Detto ciò, possedendo un capacimetro, quindi uno strumento idoneo a misurare la capacità di un condensatore, non vi sarà alcun problema a misurare tutti i tipi di condensatori, dai valori più piccoli fino ai valori più grandi, mentre con questo metodo, ovvero utilizzando un semplice tester commutato in misuratore di resistenza (ohmetro), riusciremo agevolmente a controllare i condensatori di media e alta capacità, diciamo da circa 0,01 microFarad in su. Nessun problema quindi a controllare i condensatori elettrolitici che generalmente possiedono valori elevati di capacità e che, rispetto ai condensatori normali, sono più facilmente soggetti ad avarie.

​Visto il principio di funzionamento di un condensatore a grandi linee, se colleghiamo quindi ai suoi capi i puntali del tester sarà sufficiente l'esigua tensione disponibile ai capi dei due puntali per immettere una minima carica nel condensatore in esame ed osservare come da una iniziale resistenza elevata si passa rapidamente ad una valore di resistenza bassa (condensatore carico) per poi ritornare al valore iniziale man mano che il condensatore si scarica.
 

Come controllare un condensatore con il tester senza capacimetro
Simulazione della lancetta dello strumento quando viene collegato ad un condensatore efficiente
 

La misurazione dovrà essere effettuata con il componente dissaldato dal circuito stampato.
Colleghiamo quindi il puntale positivo del tester al terminale positivo (se trattasi di un elettrolitico) del nostro condensatore ed il puntale negativo all'altro terminale. Se il condensatore è in ottimo stato vedremo la lancetta spostarsi rapidamente verso destra (resistenza bassa) per poi ritornare gradualmente alla posizione iniziale di sinistra (resistenza alta o infinita).

Ripetiamo un paio di volte la misurazione, dopo avere cortocircuitato i due terminali del condensatore, e se il risultato sarà uguale potremo considerare il nostro condensatore in ottimo stato.

Il condensatore sarà da sostituire se si verificherà anche soltanto una delle seguenti condizioni: 

 

 

  • la lancetta rimane ferma a destra (il condensatore è in corto)
  • la lancetta rimane ferma a sinistra (il condensatore è aperto oppure ha perso completamente la sua capacità)
  • la lancetta rimane ferma o tentenna a metà scala (il condensatore ha delle perdite)
Naturalmente, in mancanza di un tester analogico, quindi a lancette, potremo tranquillamente utilizzare un multimetro digitale, sempre commutato nella misura delle resistenze (ohm). Al posto della lancetta che si sposta verso destra leggeremo un valore sempre più basso, mentre al posto della lancetta che ritorna verso sinistra leggeremo un valore sempre più alto.
 

Ti potrebbe anche interessare:


Scopri altri contenuti del sito