Categorie


   

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT e in un Vostok

 

 

 

Che il nostro amato Professor Dimmelo fosse anche un appassionato di orologi meccanici non ci ha stupito più di tanto, poteva infatti un amante dell'elettronica, del jazz, del buon caffè non amare l'orologeria meccanica?
Lo abbiamo scoperto per caso stamattina quando eravamo intenti a sorseggiare nel suo laboratorio il suo meraviglioso caffè.
E' stato allora che Salvatore, con assoluta sicurezza, si è avvicinato al Professor Dimmelo e, tirato fuori un orologio, ha chiesto:

"Professore, mi rivolgo a lei perché sono certo che saprà risolvere il mio problema. Non molto tempo fa ho comprato questo orologio su internet, l'ho comprato dopo aver letto le innumerevoli recensioni positive. E' un Parnis GMT automatico con cristallo in zaffiro, movimento DG3804 e lunetta in ceramica.
Ecco, vede questo difetto sul numero 20 dell'inserto? Probabilmente è un piccolo difetto di produzione, ma io non sopporto di vedere al polso un orologio con un difetto del genere, seppur piccolissimo, e quindi ho comprato una lunetta nuova per poterla sostituire. Impensabile richiedere la sostituzione dell'orologio dato che è stato spedito dalla Cina.
Ed è qui che è nato il problema. Per non togliere la lunetta dalla ghiera con metodi rozzi e pericolosi (come purtroppo viene consigliato da tanti), ovvero servendosi di coltellini e lame varie, con il serio rischio di danneggiare il cristallo o la ghiera, o entrambi, ho pensato che la soluzione migliore sarebbe stata quella di smontare la ghiera dalla cassa per poi poter estrarre con facilità la lunetta.
Ma purtroppo non ho trovato in rete nessun tutorial che ne parlasse, solo guide ed esempi su come smontare la lunetta in un Rolex.
Quindi, non sapendo da che parte cominciare, mi rivolgo a lei".

 

 

 

A questo punto il Professor Dimmelo ha aperto un cassetto ed ha tirato fuori una valigetta in legno.
Dentro c'era un completo kit da orologiaio, di tutto e di più: attrezzi per aprire la casse degli orologi, per togliere i perni dei cinturini in acciaio, oculari, pinzette, cacciaviti, e tantissimi altri attrezzi.
Prevedendo come al solito il buon esito di ciò che il Professore stava per fare, uno di noi gli ha chiesto il permesso di poter fotografare tutte le varie operazione che da lì a poco sarebbero state effettuate dal nostro improvvisato orologiaio.
Il Professore ha quindi tirato fuori un coltellino apricasse, poi da un altro cassetto ha preso un rotolo di carta adesiva (di quella utilizzata dagli imbianchini per proteggere prese e stipiti dalla pittura) e ne ha incollato un pezzo alla lama del coltellino.

Poi si è fatto consegnare il Parnis da Salvatore e, dopo aver dato una rapida occhiata, l'ha appoggiato sul tavolo e con un sapiente colpo ha smontato la ghiera dell'orologio facendo leva con la lama del coltellino.
Allo sbalordito Salvatore ha quindi spiegato:

"Vedi, è stato più semplice di quanto tu avessi pensato. Ho subito capito che la ghiera fosse ad incastro, trattenuta da una molla inserita tutta intorno nel'interno della stessa ghiera.
E' stato quindi sufficiente fare leva con la lama tra la ghiera e la cassa per poterla tirare fuori. Avrete certamente intuito che la carta adesiva fosse necessaria per evitare di danneggiare la cassa o la ghiera.
Bisogna solo avere l'accortezza di non perdere il perno e la molletta inseriti qui in questo foro, a ore 6, indispensabili a che la ghiera possa ruotare a scatti in senso monodirezionale.
Questo sistema è valido anche per togliere la ghiera negli orologi Vostok, con la differenza che nei Vostok non è presente il perno che fa ruotare la ghiera a scatti.
Per rimettere la ghiera al proprio posto sarà sufficiente esercitare una lieve pressione nel Parnis, mentre nel Vostok l'operazione è un tantino più ostica a causa della conformazione della molla interna".

A questo punto Salvatore, per ringraziare il Professore, ha iniziato ad elencare le caratteristiche del suo nuovo orologio.
"Vede, Professore, questo Parnis ha il vetro in zaffiro, la ghiera in ceramica, il movimento cinese, il DG3804, che è un derivato dell'Eta svizzero con aggiunta la complicazione del GMT, lancetta GMT indipendente, fermo macchina durante la regolazione dell'ora, cassa e bracciale interamente in acciaio 316L..."

"Basta!", lo ha interrotto il Professore, "Lo conosco benissimo il tuo Parnis GMT, davvero un gran bell'orologio!"

E bravo il nostro Professor Dimmelo, ancora una volta ha risolto brillantemente un problema che per Salvatore si presentava come di difficile soluzione.
Di seguito vengono pubblicate le immagini relative allo smontaggio della ghiera del Parnis GMT.

 

 

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Per smontare la ghiera di un orologio Parnis GMT sono sufficienti un coltellino apricasse e della carta adesiva

 


Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Proteggere la lama con un giro di carta adesiva per non danneggiare la cassa o la ghiera

 


Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Per smontare la ghiera sarà sufficiente fare leva con la lama dell'apricasse tra la ghiera e la cassa

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
La ghiera è stata rimossa facilmente

 

 

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Vista d'insieme dell'orologio Parnis GMT con ghiera smontata

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Per sostituire la lunetta in ceramica del Parnis GMT senza correre il rischio di danneggiare la cassa o la ghiera o il vetro in zaffiro è consigliabile prima smontare la ghiera per poi poter facilmente rimuovere l'inserto

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Dopo avere rimosso la ghiera dell'orologio Parnis GMT prestare particolare attenzione al minuscolo perno data la facilità con la quale può fuoriuscire dalla sede ed essere smarrito

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Questo e relativa molla, indispensabile per fare avanzare a ghiera a scatti e in una sola direzione. La parte più lunga va inserita nel foro della cassa del Parnis GMT, mentre la parte più corta va all'esterno

 

 

Come smontare la ghiera in un orologio Parnis GMT o Vostok Amphibia per sostituire la lunetta-gmt.jpg
Una volta rimossa la ghiera del Parnis sarà facilissimo separare la vecchia lunetta aiutandosi con la lama di un coltellino per poter poi incollare la nuova lunetta

 

 
Formule e calcolo online resistenze e condensatori in serie e in parallelo Come fare un cremoso gelato al cioccolato senza uova Primanota in nero da tenere nella chiavetta gratis Come costruie la migliore cuffia wireless per ascoltare la TV Esperimento di elettronica per bambini Un vero impianto audiofilo con Volumio, Raspberry e QAcoustics

 
Fatti e personaggi descritti nella sezione "L'allegro laboratorio del Professor Dimmelo" sono immaginari. Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale.
 
Avvertenze
Molti degli esperimenti o delle idee esposte in questa sezione fanno uso di corrente elettrica o di materiali pericolosi. Pertanto dovranno essere effettuati esclusivamente da persone maggiorenni ed esperte. Per qualsiasi dubbio consultare o delegare personale esperto e qualificato. L'autore declina qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose e per non aver letto queste avvertenze.
 
Termini e condizioni sull'utilizzo del sito www.comefareper.cloud
Il materiale pubblicato e/o riprodotto in questa sezione (tra cui in via esemplificativa ma non esaustiva: informazioni, loghi, elementi grafici, suoni, immagini, marchi etc., per brevità le “Informazioni”) è di esclusiva proprietà (o concesso da terzi in uso a) dell'autore. I contenuti del Sito sono disponibili ai visitatori per un uso esclusivamente personale e non per qualsiasi altro fine.
 
Diritti di proprietà intellettuale
L'autore tutela attivamente i propri diritti di proprietà intellettuale. I contenuti pubblicati in questa sezione (testi, disegni, fotografie, ecc.) sono protetti dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. La riproduzione anche parziale delle Informazioni è consentita esclusivamente dietro preventiva autorizzazione scritta da parte dell'autore. E' pertanto vietato modificare, copiare, riprodurre, distribuire, trasmettere o diffondere il contenuto di questa sezione senza aver preventivamente ottenuto un espresso consenso in forma scritta da parte dell'autore.
L'autore non utilizza materiale coperto da altrui diritto d’autore senza indicarne chiaramente il titolare e/o la provenienza. La riproduzione di tale materiale, eventualmente contenuto in questa sezione, potrebbe essere limitata da parte dell’autore ed i visitatori potrebbero dover richiedere un preventivo consenso al titolare del diritto al fine di riprodurlo in altre pubblicazioni in formato cartaceo e/o elettronico.
 
Fotografie pubblicate
Tutte le fotografie pubblicate su questo sito sono opera dell'autore, pertanto esse sono protette dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. Di conseguenza è tassativamente vietata qualsiasi forma di utilizzo delle stesse.