Categorie


 


 
 

 

Ricetta panetto di mandorle per granita siciliana - Dosi e ingredienti

​​

Come fare il panetto di mandorle per una gustosa minnulata (granita) siciliana

Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana o per il "latte di mandorla"

Lo sapevate che in Sicilia la granita di mandorle in dialetto si chiama minnulàta?

Quest'anno siete stati in vacanza in Sicilia, avete gustato la famosa granita di mandorla e adesso non sapete come fare per continuare a gustarla a casa vostra?
Avete pensato di comprare un panetto di mandorle già pronto o, peggio ancora, il latte di mandorle, per poterla preparare da voi?
Con quest'ultima soluzione c'è da giurarci che non riuscirete a ritrovare lo stesso sapore dato che in genere panetti e preparati vari commerciali contengono una quantità molto esigua di mandorle, il resto è acqua, zucchero ed aromi di mandorle.

Invece una vera granita di mandorla viene fatta impiegando solo ed esclusivamente mandorle, oltre naturalmente allo zucchero.
Sì, ma come farla in casa?
Nulla di più semplice e facile, leggete sotto e sarete in grado di preparare facilmente una gustosissima granita alla mandorla da fare invidia ai più rinomati bar siciliani.

Come creare un cloud personale gratis per archiviare le proprie ricette e non perderle mai più con i canali di Telegram
Come creare un cloud personale gratis su Telegram per archiviare le proprie ricette e non perderle mai più
 

Dosi ed ingredienti
Considerate che con 500 grammi di mandorle otterrete poco più di 1 chilogrammo di pasta di mandorla e, considerando che ne occorrono dai 150 ai 200 grammi per fare 2/3 granite (dipende da quanto siete golosi), alla fine con 500 grammi di mandorle iniziali si potranno ottenere dalle 12 alle 18 granite dal gusto intenso.
 

Tabella ingredienti e dosi panetto di mandorle per-granita siciliana e bibita al latte di mandorla

Grazie all'aiuto di questa tabella potrete ricavare le dosi dei vari ingredienti secondo la quantità di mandorle che desiderate lavorare.
Le due colonne con sfondo azzurro si riferiscono alla preparazione dello sciroppo di zucchero da amalgamare alla fine all'impasto, sciroppo che aiuterà la granita ad abbassare il punto di congelamento quando viene riposta nel freezer (ricordate che i nostri freezer scendono come minimo a -18 gradi, mentre il comparto del bar che vi vende la granita generalmente si pone a pochi gradi sotto lo zero, quindi a casa nostra è molto facile che la granita posta nel freezer congeli diventando un blocco di ghiaccio).

Preparazione

 

 


Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana

Preparazione e spellatura delle mandorle e preparazione dello sciroppo di zucchero
Mettete le mandorle in ammollo tutta la notte. L'indomani scolatele con uno scolapasta e vedrete che togliere la pelle sarà un gioco da ragazzi, sarà infatti sufficiente premerle dalla punta tra pollice ed indice per togliere la buccia in un sol colpo.
Quando scolerete le mandorle abbiate l'accortezza di conservare un pò della loro acqua (noterete che avrà assunto un colore tra il tè ed il caffè), ci servirà per preparare lo sciroppo di zucchero. Useremo quest'acqua anzichè acqua del rubinetto per non perdere nemmeno un pò di aroma delle mandorle.
Passiamo quindi alla preparazione dello sciroppo di zucchero, ci occorreranno dai 5 ai 10 minuti.
Mettiamo quindi in un pentolino le quantità di acqua e zucchero indicate nelle due colonne azzurre della tabella in alto e portiamo ad ebollizione mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno.
Se avete un termometro da cucina spegnete e raffreddate immediatamente quando la temperatura avrà raggiunto i 105-107 gradi.
Se invece non possedete un termometro da cucina spegnete quando il composto sarà appena denso, non densissimo. Ciò avviene circa 2-3 minuti dopo l'ebollizione tenendo una fiamma media.
Quindi lasciate raffreddare immergendo il pentolino in acqua fredda e mettete da parte.


Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Le mandorle appena spellate. Qui sono state utilizzate mandorle dell'Algarve (sud del Portogallo) contraddistinte da una grande carnosità e da un sapore molto intenso.




Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Aggiungiamo alle mandorle spellate la quantità di zucchero indicata nella tabella. Il tutto è pronto per essere tritato.
Se possedete un robot da cucina o un mixer, entrambi abbastanza potenti, non dovrebbero esserci problemi, in caso contrario (ricordiamoci che tritare un certo quantitativo di mandorle è molto impegnativo per una buona parte di elettroutensili da cucina dalla modesta potenza e si corre facilmente il rischio di bruciarne il motore) abbiamo alcune scelte da fare: tritarle a piccoli quantitativi, oppure schiacciarle preventivamente con un mortaio o con una bottiglia, oppure versare prima lo sciroppo di zucchero in modo da facilitarne la triturazione. 

Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Una volta triturate le mandorle aggiungiamo lo sciroppo di zucchero che abbiamo preparato prima.
Ecco come si presenta l'impasto pronto per fare i panetti e mettere in frigo.


Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Una volta pronta la pasta di mandorle possiamo procedere a farne dei panetti da riporre in frigo.
Non è obbligatorio farne per forza dei panetti, nella foto di esempio sono stati messi in contenitori versandone circa 330 grammi in ognuno e ricoprendo il tutto con della pellicola trasparente. Va ricordato che in questo caso sarà sufficiente metà della pasta per fare 2-3 granite.


Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Come preparare la granita (2/3 porzioni)
 

Versare in un pentolino la pasta di mandorle, mezzo litro d'acqua, due cucchiai colmi di zucchero e poco meno di mezzo cucchiaino da caffè di cannella in polvere.
Mescolare a freddo con un minipimer. Si potrebbe anche mescolare a mano con una frusta o un cucchiaio di legno ma l'uso del minipimer garantirà una granita molto più raffinata.
Conviene preparare la sera prima e riporre in frigo così da trovare la mattina il preparato ben freddo e quindi accorciare di molto i tempi della mantecatura, specie se si utilizzerà una gelatiera con accumulatore termico da riporre nel freezer per 24 ore che, come è risaputo, impiega molto più tempo a mantecare rispetto ad una gelatiera con compressore incorporato.
Quindi se possedete una gelatiera non avrete alcun problema a mantecare la vostra granita di mandorla, in caso contrario versate il preparato in un contenitore metallico basso e largo, meglio ancora se di alluminio e di piccolo spessore per facilitare il passaggio del freddo e riponete il tutto nel freezer avendo l'accortezza di mescolare ogni 10-15 minuti per scongiurare che si ghiacci tutto d'un pezzo.
L'ideale è consumare la granita di mandorle appena preparata per gustarne appieno la sua morbidezza, così come ve la servono al bar, in caso contrario abbiate l'accortezza di lasciarla a temperatura ambiente per 10-15 minuti una volta uscita dal freezer.

 

Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Ecco finalmente pronta la nostra gustosissima granita siciliana alle mandorle.


Come fare il panetto di mandorle per una gustosa granita siciliana
Buona colazione!
 

 

Come creare un archivio gratis per ricette, foto, documenti vari
La stampante laser wireless più piccola del mondo, HP M15w​​
​​
Fatti e personaggi descritti nel sito sono immaginari. Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale.
Molti degli esperimenti o delle idee esposte nella sezione Elettronica/Elettrotecnica fanno uso di corrente elettrica o di materiali pericolosi. Pertanto dovranno essere effettuati esclusivamente da persone maggiorenni ed esperte. Per qualsiasi dubbio consultare o delegare personale esperto e qualificato. L'autore declina qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose e per non aver letto queste avvertenze.
Il materiale pubblicato e/o riprodotto (tra cui in via esemplificativa ma non esaustiva: informazioni, loghi, elementi grafici, suoni, immagini, marchi etc., per brevità le “Informazioni”) è di esclusiva proprietà (o concesso da terzi in uso) dell'autore. I contenuti del Sito sono disponibili ai visitatori per un uso esclusivamente personale e non per qualsiasi altro fine.
L'autore tutela attivamente i propri diritti di proprietà intellettuale. I contenuti pubblicati (testi, disegni, fotografie, ecc.) sono protetti dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. La riproduzione anche parziale delle Informazioni è consentita esclusivamente dietro preventiva autorizzazione scritta da parte dell'autore. E' pertanto vietato modificare, copiare, riprodurre, distribuire, trasmettere o diffondere il contenuto di questa sezione senza aver preventivamente ottenuto un espresso consenso in forma scritta da parte dell'autore.
Tutte le fotografie pubblicate su questo sito sono opera dell'autore, pertanto esse sono protette dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. Di conseguenza è tassativamente vietata qualsiasi forma di utilizzo delle stesse.