Categorie


 


 

Ricetta originale paste di mandorla siciliane con segreto per un cuore morbido

​​


Avrete sicuramente gustato le paste di mandorla siciliane.
Quelle dall'intenso sapore di mandorla, croccanti fuori e con un cuore morbidissimo all'interno?

Le vere paste di mandorla siciliane si riconoscono immediatamente: sono quelle che vi fanno chiudere gli occhi per il piacere e vi fanno schioccare la lingua contro il palato quando arrivi al loro cuore.
Non le avete ancora incontrate?
Probabilmente si tratta di paste di mandorla industriali o comunque di un prodotto economico dove la costosa mandorla è stata allungata con qualcosa (farine di cereali o amidi ad esempio), oppure è il risultato di una delle infinite ricette che si trovano in rete.

La nostra pietra di paragone è sempre stata rappresentata dai pasticcini di mandorla fatte in un famosissimo bar di Catania (il cui nome naturalmente qui non menzioniamo), per intenderci quelle che ci facevano socchiudere gli occhi e schioccare la lingua.
E così, dopo anni e anni di preghiere e di suppliche siamo riusciti ad ottenerne la ricetta direttamente da uno dei pasticcieri.

 

Ricetta originale paste di mandorla siciliane con il segreto per un cuore morbido e intenso


Apparentemente, ad un rapido colpo d'occhio le ricette delle paste di mandorla si assomigliano un pò tutte, ma allora quali saranno mai le differenze tra questa e tutte e atre ricette?
Innanzitutto, ci spiegava Carmelo (nome inventato, ma ci riferiamo ovviamente al nostro amico pasticciere) la farina di mandorle dovrà essere integrale, quindi con tutta la pelle delle mandorle, e macinata grossolanamente.
La pelle aggiungerà molto più sapore e consistenza, così come ne guadagnerà la texture all'interno del pasticcino grazie alla macinatura grossa.
Alla morbidezza interna ed al forte sapore di mandorle contribuirà anche in maniera notevole la pasta di mandorle al 100%, in buona sostanza è la pasta per fare gelati e granite.

 

 

 

Ingredienti:

  • farina di mandorle con pelle: 250 g
  • zucchero: 250 g
  • 2 albumi di due uova medie
  • 1 cucchiaio di pasta di mandorle al 100% 
  • un cucchiaino da tè di miele d'arancio
  • meno di un cucchiaino da caffè di aroma di mandorla per dolci
  • zucchero a velo per spolverizzare q.b.
  • pirrottini


Procedimento:

In una terrina montare a neve i due albumi.
In una ciotola mescolare la farina di mandorle con lo zucchero, la pasta di mandorle, il miele e l'aroma di mandorla.
Aggiungere gli albumi montati ed impastare il tutto.
Fare una palla, avvolgerla con la pellicola e porre in frigo per almeno un'ora.

Tirato fuori l'impasto dal frigo possiamo cominciare a fare i nostri pasticcini.
Fare delle palline grandi quanto una noce media.
Le palline dovranno risultare un pò deformi, aiutatevi quindi ammaccandoli qua e là con i pollici.
Rotolate le palline sullo zucchero a velo precedentemente versato in un piatto.
Lo zucchero a velo dovrà ricoprirle interamente.
Man mano che fate le palline riponetele sui pirrottini di carta e adagiatele su una teglia da forno.
Infine infornate a 180 gradi in forno statico già caldo.
Dopo 15 minuti spegnete il forno e fate raffreddare le paste di mandorla dentro il forno con lo sportello aperto.

E adesso accade anche a voi di socchiudere gli occhi per il piacere e di schioccare la lingua contro il palato?

 


 
Fatti e personaggi descritti nella sezione "L'allegro laboratorio del Professor Dimmelo" sono immaginari. Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale.
 
Avvertenze
Molti degli esperimenti o delle idee esposte in questa sezione fanno uso di corrente elettrica o di materiali pericolosi. Pertanto dovranno essere effettuati esclusivamente da persone maggiorenni ed esperte. Per qualsiasi dubbio consultare o delegare personale esperto e qualificato. L'autore declina qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose e per non aver letto queste avvertenze.
 
Termini e condizioni sull'utilizzo del sito www.comefareper.cloud
Il materiale pubblicato e/o riprodotto in questa sezione (tra cui in via esemplificativa ma non esaustiva: informazioni, loghi, elementi grafici, suoni, immagini, marchi etc., per brevità le “Informazioni”) è di esclusiva proprietà (o concesso da terzi in uso a) dell'autore. I contenuti del Sito sono disponibili ai visitatori per un uso esclusivamente personale e non per qualsiasi altro fine.
 
Diritti di proprietà intellettuale
L'autore tutela attivamente i propri diritti di proprietà intellettuale. I contenuti pubblicati in questa sezione (testi, disegni, fotografie, ecc.) sono protetti dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. La riproduzione anche parziale delle Informazioni è consentita esclusivamente dietro preventiva autorizzazione scritta da parte dell'autore. E' pertanto vietato modificare, copiare, riprodurre, distribuire, trasmettere o diffondere il contenuto di questa sezione senza aver preventivamente ottenuto un espresso consenso in forma scritta da parte dell'autore.
L'autore non utilizza materiale coperto da altrui diritto d’autore senza indicarne chiaramente il titolare e/o la provenienza. La riproduzione di tale materiale, eventualmente contenuto in questa sezione, potrebbe essere limitata da parte dell’autore ed i visitatori potrebbero dover richiedere un preventivo consenso al titolare del diritto al fine di riprodurlo in altre pubblicazioni in formato cartaceo e/o elettronico.
 
Fotografie pubblicate
Tutte le fotografie pubblicate su questo sito sono opera dell'autore, pertanto esse sono protette dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. Di conseguenza è tassativamente vietata qualsiasi forma di utilizzo delle stesse.