Categorie

Ricetta dei grissini friabilissimi e croccanti con sesamo

Ricetta grissini friabili con sesamo
Un vero piacere sgranocchiare questi friabilissimi grissini con semi di sesamo


​Friabili e croccanti sono la stessa cosa?
Certamente no.
Quindi quando incontriamo una ricetta di grissini che ne decanta la croccantezza non significa che quei grissini saranno anche friabili.
Fermiamoci un attimo e cerchiamo di capire la differenza tra croccante e friabile,anticipando che questa ricetta permetterà di ottenere fantastici grissini con ambedue le caratteristiche.

Per rendere meglio il concetto di croccante prendiamo ad esempio una delle massime espressioni di questa caratteristica: il croccante alle mandorle.
Il croccante alle mandorle, che altro non è che un composto fatto di mandorle inglobate nel caramello, quando appunto il caramello si sarà solidificato e raffreddato, rappresenterà una delle massime espressioni di croccantezza.
Stessa cosa addentando un pezzo di pane casereccio molto cotto ed appena sfornato, oppure un grissino fatto con una ricetta non perfetta, quindi molto duro e per niente friabile.
Invece come esempio di massima friabilità possiamo prendere ad esempio dei buoni biscotti al burro, alcuni tipi di crackers o di fette biscottate o dei wafers.
Bene, da ora in poi i nostri grissini avranno queste caratteristiche, appunto croccanti e friabili.
Se poi li vogliamo perfetti e golosi, saranno ricoperti di semi di sesamo.


Ricetta dei grissini al sesamo (in siciliano "grissini ca' ciuciulena")
 

Ingredienti

Per 1 teglia standard:

Farina di tipo "0": 150g
Semola rimacinata: 50g
Acqua tiepida:. 125g
Zucchero: 2,5g (circa mezzo cucchiaino da tè)
Sale: 4g (un cucchiaino da caffè colmo)
Lievito di birra secco: 2,5g
Olio extraverdine di oliva: 7,5g


Per 2 teglie standard:

Farina di tipo "0": 300g
Semola rimacinata: 100g
Acqua tiepida: 250g
Zucchero: 5g (1 cucchiaino da tè raso)
Sale: 8g (2 cucchiaini da caffè colmi)
Lievito di birra secco: 5g
Olio extraverdine di oliva: 15g


Per 3 teglie standard:

Farina di tipo "0": 450g
Semola rimacinata: 150g
Acqua tiepida: 375g
Zucchero: 7,5g (1 cucchiaino da tè colmo)
Sale: 12g (3 cucchiaini da caffè colmi)
Lievito di birra secco: 7,5g
Olio extraverdine di oliva: 22,5g

 

 

Procedimento

  • Mescolare bene l'acqua (tiepida), il lievito secco e lo zucchero.
  • Aggiungere la farina ed impastare.
  • Una volta che l'impasto comincerà ad incordarsi aggiungere il sale.
  • Impastare ancora ed alla fine aggiungere l'olio.
  • Continuare ad impastare fino a quando tutto l'olio sarà stato assorbito.
  • Fare una palla, pennellare con olio, coprire con pellicola e mettere a lievitare.
  • Una volta che l'impasto avrà raddoppiato il suo volume, circa un'ora dopo, fare una serie di pieghe tirando in vari punti i lembi esterni e portandoli verso il centro.
  • Fare riposare ancora mezz'ora e fare i grissini direttamente sulla teglia rivestita con carta forno mantenendo una certa distanza tra di essi di almeno un centimetro.
  • Mettere a lievitare coperti da pellicola.
  • Nel frattempo accendere il forno e programmarlo a 200° in modalità statica. 
  • Quando i grissini saranno ben lievitati è arrivata l'ora di infornare.
  • Prima di infornare spruzzare acqua sui grissini e far piovere sopra i semi di sesamo.
  • Per assicurare il massimo incollaggio dei semi spruzzare sopra ancora un velo d'acqua.
  • Infornare quindi per 15-17 minuti (il tempo dipende dalla grossezza dei grissini).
  • Dopo 10 minuti girare la teglia, quindi il lato che prima stava dietro sarà portato davanti.
  • All'ultimo minuto, per assicurare una doratura perfetta, accendere la resistenza superiore in ventilato a 250°.

Chi non preferisce utilizzare i semi di sesamo potrà pennellare i grissini con dell'olio d'oliva quando saranno stesi sulla teglia. I grissini prodotti con questa ricetta potranno essere conservati per qualche giorno in frigo chiusi in un sacchetto di plastica e, una volta riscaldati in un fornetto a 100° saranno friabilissimi e croccanti come appena sfornati. Naturalmente potranno anche essere congelati assicurando così una lunga conservazione.
​​
Fatti e personaggi descritti nel sito sono immaginari. Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale.
Molti degli esperimenti o delle idee esposte nella sezione Elettronica/Elettrotecnica fanno uso di corrente elettrica o di materiali pericolosi. Pertanto dovranno essere effettuati esclusivamente da persone maggiorenni ed esperte. Per qualsiasi dubbio consultare o delegare personale esperto e qualificato. L'autore declina qualsiasi responsabilità per danni a persone o cose e per non aver letto queste avvertenze.
Il materiale pubblicato e/o riprodotto (tra cui in via esemplificativa ma non esaustiva: informazioni, loghi, elementi grafici, suoni, immagini, marchi etc., per brevità le “Informazioni”) è di esclusiva proprietà (o concesso da terzi in uso) dell'autore. I contenuti del Sito sono disponibili ai visitatori per un uso esclusivamente personale e non per qualsiasi altro fine.
L'autore tutela attivamente i propri diritti di proprietà intellettuale. I contenuti pubblicati (testi, disegni, fotografie, ecc.) sono protetti dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. La riproduzione anche parziale delle Informazioni è consentita esclusivamente dietro preventiva autorizzazione scritta da parte dell'autore. E' pertanto vietato modificare, copiare, riprodurre, distribuire, trasmettere o diffondere il contenuto di questa sezione senza aver preventivamente ottenuto un espresso consenso in forma scritta da parte dell'autore.
Tutte le fotografie pubblicate su questo sito sono opera dell'autore, pertanto esse sono protette dalla vigente normativa recante disposizioni sul diritto d’autore e sui diritti di proprietà intellettuale. Di conseguenza è tassativamente vietata qualsiasi forma di utilizzo delle stesse.
Scopri altri contenuti del sito